Totalizzazione contributi pensionistici: quale modalità di calcolo?

Totalizzazione contributi pensionistici: quale modalità di calcolo?

0
0

Laureata nel 1982, iscritta subito all’Ordine. Nel 1983 vengo assunta in farmacia privata, contributi regolarmente pagati. Lavoro solo un anno alle dipendenze, poi rimango senza lavoro stabile pago l’Enpaf con la contribuzione ridotta poi comincio a lavorare nel settore pubblico e precisamente a scuola quindi la contribuzione è adesso inpdap e continuo ad essere iscritta all’ordine pagando la contribuzione ridotta fino a quando è stato possibile. In seguito quando è venuto fuori che non era possibile accavallare le due contribuzioni, mi cancello dall’ordine. Oggi mi chiedo: le quote da me pagate dal 1982 al 2004 benché in versione ridotta più i 4 anni di laurea riscattati potranno contribuire alla mia pensione futura, che sarà Inps? Che genere di domanda dovrò produrre. Inoltre se non sarà possibile cumulare posso riavere indietro i soldi versati all’Enpaf?

Marcato come spam
Chiesta: 5 Luglio 2022 17:09
66 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di un mese fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete