Compravendita farmacia, quale è la prova dell’effettivo prezzo convenuto per la cessione?

Compravendita farmacia, quale è la prova dell’effettivo prezzo convenuto per la cessione?

0
0

Nel rogito di vendita della farmacia è stato previsto un prezzo di poco inferiore a quello convenuto nel preliminare; la differenza, secondo gli accordi, dovrebbe essermi corrisposta unitamente al prezzo della merce.
L’acquirente, però, mi sta contestando alcune irregolarità del locale e intenderebbe trattenere interamente quell’importo come risarcimento dei danni, anche se le spese da lui sostenute per l’agibilità sono state modestissime.
Posso costringerlo a pagarmi il dovuto avvalendomi della testimonianza del commercialista e del mediatore?

Marcato come spam
Chiesta: 2 Maggio 2015 18:13
1767 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 5 anni fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete