Comunicazione all’Asl per cambio personale: è sempre obbligatoria?

Comunicazione all’Asl per cambio personale: è sempre obbligatoria?

0
0

Sono una farmacista che lavora in una parafarmacia veterinaria. Talvolta, per coprire la mia collega, ci viene ad aiutare una terza farmacista, che lavora sempre per la stessa azienda ma in una sede differente. In questo caso, è sempre necessario effettuare la comunicazione all’Asl ogni volta che la collega viene nella nostra sede?

Marcato come spam
Domanda del 27 Novembre 2023
165 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 6 mesi fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

Premesso che la "parafarmacia veterinaria" non è una struttura prevista dalla legge, presumo che si tratti di esercizio di vicinato che con i dovuti adempimenti possa ritenersi una "parafarmacia". Orbene la "parafarmacia" può vendere anche medicinali veterinari su presentazione di ricetta medico-veterinaria ai sensi del comma 14 dell’art. 11 del Dl 1/2012 conv. nella legge 27/2012.

Come tutte le "parafarmacie" la vendita di medicinali, senza obbligo di prescrizione ad uso umano e per uso veterinario anche con obbligo di ricetta, solo con la presenza di un farmacista iscritto all’ordine provinciale dei farmacisti. La normativa non prevede comuniczioni alla Asl quando si verificano avvicendamenti tra il personale farmacista ma solo che per ogni singola "parafarmacia" sia stato indicato il nominativo del farmacista addetto e, in caso di più farmacisti, il nominativo di quello responsabile.

Marcato come spam
Pubblicato da Prof. Maurizio Cini
Risposta del 27 Novembre 2023

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.