Concorso straordinario, bisogna designare un solo titolare tra i soci?

Concorso straordinario, bisogna designare un solo titolare tra i soci?

0
0

In caso di accettazione di una farmacia vinta con concorso straordinario in forma associata, bisogna designare un solo titolare tra i soci? E’ possibile accettare assegno di ricerca, borsa di studio presso l’università o la cosa con è compatibile? E’ possibile svolgere altri ruoli al di fuori del lavoro in farmacia?

Marcato come spam
Chiesta: 28 Giugno 2015 12:13
772 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 5 anni fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

3
Domanda Privata

Fino ad oggi non vi sono risposte certe circa la modalità di assegnazione delle sedi vinte in forma associata. Prevale però la tesi dell’intestazione ad una società costituita appositamente dai vincitori, tra quelle previste dall’art. 7 della legge 362/91 (snc, sas, scarl). Non risulta però completamente e definitivamente accantonata l’ipotesi dell’intestazione a tutti gli associati che diverrebbero così co-titolari. Nell’ipotesi dell’intestazione alla società, uno solo dei soci assume la posizione di direttore (titolare è la società). Ai soci sono precluse posizioni di lavoro dipendente sia pubblico che privato. La fruizione di una borsa di studio non sembra essere compresa tra le incompatibilità previste.

Prof. Maurizio Cini

Marcato come spam
Pubblicato da Prof. Maurizio Cini
Risposta: 28 Giugno 2015 12:14

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.