Concorso Straordinario ed SNC con farmacia di famiglia, devo attendere interpello o verremo esclusi di ufficio?

Concorso Straordinario ed SNC con farmacia di famiglia, devo attendere interpello o verremo esclusi di ufficio?

0
0

Gentili esperti, il mio quesito riguarda la seguente situazione: due anni fa, come molti, ho presentato domanda per il concorso straordinario farmacie in associazione con un collega. All’epoca ero in possesso dei requisiti per farlo. Successivamente la legge Monti obbliga mio padre (allora titolare) a cedere la direzione della farmacia, per cui viene costituita una SNC tra noi familiari farmacisti ed io assumo la direzione. Vengono poi pubblicate le graduatorie del concorso e l’associazione tra me ed il collega risulta aggiudicataria di sede. La mia domanda è : devo attendere l’interpello o verremo esclusi d’ufficio, ho diritto a scegliere la sede ed eventualmente recedere dalla snc per costituirne una nuova con il collega in caso di esito positivo?
N.B. il bando è quello della regione Sicilia la farmacia è passata da ditta individuale con titolare mio padre, a s.n.c. i cui soci siamo oltre a lui, io e mia sorella, entrambi farmacisti. Tale evento è stato obbligato dalla legge Monti che costringeva mio padre a cedere la direzione della farmacia, dato che si trovava avanti con gli anni, ed io ho iniziato a fare il direttore circa 10 mesi fa. Mi chiedo: sarò interpellato assieme al collega per scegliere la sede vinta a concorso, potendo abbandonare la società in essere con i miei? Si noti che ancora non c’è un atto di aggiudicazione in essere, ma siamo solo presenti in graduatoria provvisoria.

Marcato come spam
Chiesta: 12 Maggio 2015 17:12
620 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 5 anni fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

In realtà, come è noto, la disposizione originariamente prevista nell’ultimo comma dell’art. 11 del d.l. Cresci Italia (sull’ultrasessantottenne) è stata abrogata in tempo utile per evitarne l’entrata in vigore all’1/1/2015, come era contemplato, e pertanto non sarebbe stato necessario costituire la snc tra i familiari, come riferisce l’“anonimo”.
Questo invece è purtroppo accaduto, e pertanto l’avvenuta acquisizione di una quota sociale (a meno che non si tratti di una società titolare di farmacia rurale sussidiata o soprannumeraria) all’interno della fase propriamente concorsuale, quindi prima della pubblicazione di graduatoria, ha fatto incappare l’interessato in una delle condizioni preclusive per la partecipazione e perciò anche per la permanenza nel concorso, quella cioè del possesso di una quota di una società titolare di farmacia.
Ed è una preclusione irrimediabile, che dunque comporterà l’esclusione dalla graduatoria, anche se successivamente alla sua pubblicazione, dell’intera compagine associativa, con il rischio perciò di azioni in rivalsa da parte del collega.

Marcato come spam
Pubblicato da Studio Bacigalupo Lucidi
Risposta: 12 Maggio 2015 17:13

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.