Concorso straordinario farmacie, devo rinunciare: le altre socie possono farmi causa?

Concorso straordinario farmacie, devo rinunciare: le altre socie possono farmi causa?

0
0

Sono una farmacista, dipendente di farmacia privata, a Roma, a tempo indeterminato. Tre anni fa ho partecipato in forma associata (con altre due persone) al concorso straordinario per l’assegnazione di sedi farmaceutiche: siamo risultate vincitrici nel Lazio e nella Puglia. A Febbraio la Puglia ha iniziato l’assegnazione delle sedi, ma io devo rinunciare, per una serie di motivi personali, quindi automaticamente perderemmo la sede. Vorrei capire se le altre due “socie” possono farmi causa o richiedere un risarcimento

Marcato come spam
Chiesta: 29 Febbraio 2016 19:14
578 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 5 anni fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

Possono certamente chiedere un risarcimento. L’entità è però molto difficile da determinare in quanto gli utili di una farmacia ancora non aperta non sono quantificabili. Ci si potrebbe trascinare in una causa molto lunga e dall’esito incerto. A suo favore potrebbe giocare il fatto che il mancato rispetto dei termini per la fine del concorso (25 marzo 2013) ha determinato per lei una serie di fattori imprevedibili al momento della domanda.

Maurizio Cini

Marcato come spam
Pubblicato da Prof. Maurizio Cini
Risposta: 29 Febbraio 2016 19:15

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.