Concorso straordinario farmacie in due regioni, possiamo rinunciare a sede assegnata e accettare l’altra?

Concorso straordinario farmacie in due regioni, possiamo rinunciare a sede assegnata e accettare l’altra?

0
0

Con la mia socia abbiamo partecipato al Concorso Straordinario farmacie in due regioni. In una (la nostra prima scelta) le cose vanno a rilento, nell’altra procedono in maniera spedita. Mettiamo il caso che noi accettiamo la sede nella seconda regione, apriamo la farmacia etc etc. A questo punto però si sblocca il concorso nella prima regione (la nostra preferita!). Possiamo rinunciare alla prima farmacia già aperta ed accettare l’altra? E in questo caso perderemmo tutti gli investimenti fatti? Otterremo un’indennità di avviamento? Grazie a chi saprà darmi delle risposte.

Marcato come spam
Chiesta: 3 Aprile 2016 17:00
505 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 5 anni fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

La rinuncia alla titolarità è sempre possibile ma la sede rinunciata dovrà essere assegnata per concorso ordinario. In tale caso il vincitore dovrà riconoscere l’indennità di avviamento ex art. 110 TULS e rilevare scorte e arredi. Per l’indennità di avviamento, la legge prevede che sia determinata in base alla media degli utili netti dell’ultimo quinquenno moltiplicata per tre. Ora non essendo possibile, in questo caso, determinarla con tale metodo, si potrà (ma il condizionale è d’obbligo) raggiungere un accordo tra le parti.

Cordiali saluti.

Maurizio Cini

Marcato come spam
Pubblicato da Prof. Maurizio Cini
Risposta: 3 Aprile 2016 17:01

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.