Concorso straordinario, può un’assegnazione essere motivo di esclusione?

Concorso straordinario, può un’assegnazione essere motivo di esclusione?

0
0

Consideriamo il caso di un Farmacista titolare rurale sussidiato che abbia presentato nel 2013 domanda di partecipazione in forma associata con un farmacista non titolare al Concorso Straordinario nella Regione Campania. Nel frattempo, nella stessa Regione arriva a conclusione il Concorso Ordinario del 2009 con l’interpello dei candidati. Se al suddetto Titolare rurale viene assegnata una Sede Urbana, che lo stesso accetta, rinunciando quindi alla titolarità della Sede Rurale detenuta, tale variazione del suo status, subentrata successivamente alla presentazione della domanda del Concorso Straordinario può rappresentare un motivo di esclusione dallo stesso, allorquando sarà espletato?

Marcato come spam
Chiesta: 11 Maggio 2016 15:45
417 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 5 anni fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

Costituisce motivo di esclusione qualora non rinunci a quella vinta nel concorso ordinario. Potrà solo allora capire quale delle due sedi sarà per lui più conveniente. La sua esclusione però coinvolge anche gli altri partecipanti in forma associata allo straordinario, facendoli decadere automaticamente. Questa possibilità deve essere fatta ben presente all’associato vincitore nell’ordinario. Tenga però presente che il concorso straordinario in Campania andrà per le lunghe in quanto non è ancora definita la composizione completa della commissione.

Cordiali saluti.

Maurizio Cini

Marcato come spam
Pubblicato da Prof. Maurizio Cini
Risposta: 11 Maggio 2016 15:46

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.