Concorso straordinario, quali conseguenze del venir meno a società post interpello?

Concorso straordinario, quali conseguenze del venir meno a società post interpello?

0
0

Sono un Farmacista che ha cambiato vita tante volte da quel lontano febbraio 2013 allorquando con il mio collega potenziale socio abbiamo inviato la domanda in forma associata per conseguire la co titolarità di una farmacia. Adesso, a procedura del concorso straordinario conclusa, ci è stato assegnata una farmacia, peraltro in un Comune che è vantaggioso adesso solo per il mio socio. Io ho trovato certa sistemazione in una Asl e non credo più nella certezza della redditività della farmacia italiana (pressione fiscale, genericazioni, payback, etc). Se gli comunico di non voler accettare adesso questa sede, cosa potrebbe accadermi? Non abbiamo costituito patto presociale o altro ma solo seguito insieme fino in fondo la procedura concorsuale che si è conclusa con la risposta condivisa all’interpello. Grazie dell’attenzione.

Marcato come spam
Chiesta: 5 Febbraio 2016 11:00
1398 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 5 anni fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

1
Domanda Privata

Ritirandosi, la sede vinta va perduta e verrà assegnata successivamente ai candidati successivi ai primi nella graduatoria. Una conseguenza potrebbe essere la richiesta di danni da parte del suo associato. E’ certamente difficile comunque quantizzare l’entità del danno per la mancata assegnazione da parte dell’associato a causa del suo ritiro in quanto la farmacia non è stata aperta. E’ stato sicuramente un errore non redigere un accordo prevedendo, prima di tutte, questa eventualità. Ora però azzardo un’ipotesi: Qualora si instaurasse una causa per risarcimento, penso che si potrebbe ipotizzare la incostituzionalità della normativa (decreto Monti – Cresci Italia) nella parte in cui non prevede nulla circa la sorte delle associazioni una volta scaduti i termini per la fine del concorso: 25 marzo 2013. Una un’idea che mi è passata ora per la testa – la prenda così – ma come si poteva pretendere che i partecipanti al concorso rimanessero senza un’attività per più di tre anni?

Cordiali saluti

Maurizio Cini

Marcato come spam
Pubblicato da Prof. Maurizio Cini
Risposta: 5 Febbraio 2016 11:01

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.