Deblistering in farmacia: quale strumentazione e autorizzazioni?

Deblistering in farmacia: quale strumentazione e autorizzazioni?

Categoria:
0
0

Quali dotazioni di laboratorio ed eventuali autorizzazioni dovrebbe avere una farmacia per effettuare il deblistering dei farmaci in dosi personalizzate?

Marcato come spam
Domanda del 14 Ottobre 2023
644 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 6 mesi fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

1
Domanda Privata

Ad oggi non esiste una normativa specifica, quanto piuttosto una serie di normative ben citate nel Documento redatto dalla Regione Lombardia sul deblistering dei farmaci.

Ciò detto, non è richiesta alcuna ulteriore autorizzazione se non un laboratorio galenico funzionante e con un'area dedicata al deblistering, possibilmente separato fisicamente per evitare contaminazioni crociate. A tal proposito, sarebbe raccomandato l'uso di filtri Hepa per l'aria o l'uso di cleanroom, ma si ribadisce non è prevista una normativa specifica.

Quanto alla strumentazione, essa varia a seconda che il deblistering sia manuale, semiautomatico o automatico. Certamente, imprescindibile è un software per garantire la tracciabilità dei lotti e dei pazienti.

Marcato come spam
Pubblicato da Marco Ternelli
Risposta del 9 Ottobre 2023

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.