Diritto di chiamata farmacia va applicato con ricetta urgente?

Diritto di chiamata farmacia va applicato con ricetta urgente?

0
0

Nel caso in cui una ricetta “urgente” riporti la prescrizione per un farmaco “mutuabile” ma non conveniente da spedire, in quanto il ticket risulta maggiore del prezzo del farmaco in questione, è comunque il cliente a dover pagare il diritto di chiamata?

Ad esempio: prescrizione urgente senza esenzione di Bentelan 0,5 mg compresse, considerando un ticket fisso per un solo pezzo di 3 euro (Regione Calabria).

Marcato come spam
Domanda del 14 Settembre 2023
358 viste
0
Domanda Privata

Il caso specifico non risulta contemplato nella norma, ma è possibile desumere il comportamento corretto dalle disposizioni vigenti, posto che a livello Regionale possono essere date indicazioni differenti.

La convenzione farmaceutica prevede che per le ricette "urgenti" provenienti da guardia medica o dal pronto soccorso non debba essere applicato il "diritto di chiamata". Se a carico Ssn, tale diritto in tale evenienza può essere posto dal farmacista a carico del Ssn. Ma non è detto che tutte le ricette urgenti di pronto soccorso e guardia medica siano a carico Ssn: alcune possono essere urgenti ma in fascia C. In tale scenario, il farmacista non deve richiedere il diritto di chiamata e il paziente non deve quindi pagare.

Da cui ne deriva che nel caso in esame, essendo la ricetta Ssn "urgente" spedita a pagamento – non a carico Ssn per i motivi esposti –, il farmacista non deve richiedere il pagamento del diritto di chiamata al paziente.

Marcato come spam
Pubblicato da Marco Ternelli
Risposta del 14 Settembre 2023

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.