Dispensazione farmaco: può farmacista rifiutarsi in caso di sospetto abuso?

Dispensazione farmaco: può farmacista rifiutarsi in caso di sospetto abuso?

0
0

Il farmacista può rifiutarsi di dispensare un farmaco con regolare ricetta medica per il dubbio che il paziente ne abusi – previo accertamento con il medico, il quale comunque ignora l’avviso del farmacista? Il paziente, inoltre, ricorre anche alle prescrizioni di guardia medica per ovviare ai problemi di confronto con il suo medico.

Se il farmaco è uno stupefacente come cambia la situazione?

Marcato come spam
Domanda del 27 Febbraio 2023
500 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di un anno fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

A livello normativo vanno citati questi due riferimenti:

– Art. 38 del Rd 1706/1938: «farmacisti non possono rifiutarsi di vendere le specialità medicinali di cui siano provvisti e di spedire ricette firmate da un medico per medicinali esistenti nella farmacia»

– Art. 10 c. 4 del Codice deontologico del farmacista: «Il farmacista, allorquando ne venga a conoscenza, ha il dovere di segnalare alla competente autorità i casi di abuso o uso non terapeutico di medicinali»

Quello quindi che si può fare è una segnalazione al medico, AUSL, Ordine dei farmacisti e forze dell'ordine (Es. carabinieri), ma davanti a una ricetta formalmente corretta e valida non può rifiutarsi di dispensare il farmaco.

Marcato come spam
Pubblicato da Marco Ternelli
Risposta del 27 Febbraio 2023

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.