Distributore di integratori alimentari: quali autorizzazioni?

Distributore di integratori alimentari: quali autorizzazioni?

1
0

Vorrei diventare distributore di integratori alimentari: quali autorizzazioni sono necessarie?

Marcato come spam
Domanda del 6 Settembre 2023
71 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 5 mesi fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

Il commercio e la produzione di integratori alimentari sono disciplinati da normativa europea e da uno specifico Regolamento, il n. 178 del 2002, al quale ella deve rifarsi. Dal versante tecnico giuridico gli integratori sono da considerarsi a tutti gli effetti come alimenti e soggiacciono in prima istanza alla regola della commercializzazione e distribuzione di questi.

Il registro imprese richiede in via alternativa di:

– avere frequentato con esito positivo un corso professionale (durata minima 130 ore) per il commercio, la preparazione o la somministrazione degli alimenti, istituito o riconosciuto dalle Regioni. Al termine del corso è previsto un esame di idoneità che abilita sia all'esercizio dell'attività di somministrazione alimenti e bevande, sia all'esercizio del commercio di prodotti alimentari;

– avere prestato la propria opera per almeno due anni (anche non continuativi) nel quinquennio precedente, in proprio o presso imprese esercenti l'attività nel settore alimentare o nel settore della somministrazione di alimenti e bevande, in qualità di dipendente qualificato, addetto alla vendita, somministrazione o preparazione degli alimenti oppure socio lavoratore o collaboratore familiare;

– essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di laurea, anche triennale, o di altra scuola a indirizzo professionale, purché nel corso di studi siano previste materie attinenti al commercio, alla preparazione o alla somministrazione degli alimenti.

L’attività deve essere esercitata in forma di impresa individuale o collettiva con obbligo delle relative consuete iscrizioni di legge.

Per la produzione, invece, occorre attenersi a scrupolosi dettami dei regolamenti citati.

Marcato come spam
Pubblicato da Prof. Marino Mascheroni
Risposta del 6 Settembre 2023

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.