Farmacia rurale Abruzzo è obbligata per legge a turno notturno?

Farmacia rurale Abruzzo è obbligata per legge a turno notturno?

0
0

Sono titolare di farmacia rurale – comune con meno di mille abitanti – in Abruzzo, provincia di Chieti. C’è obbligo di partecipare alla turnazione notturna e reperibilità negli orari di chiusura o sono previste delle clausole che ne permettono l’esclusione?

Marcato come spam
Domanda del 8 Settembre 2023
173 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 5 mesi fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

La Legge Regionale 11 marzo 1977, n. 16 “Norme sulla disciplina dell’orario, dei turni e delle ferie delle farmacie nella Regione Abruzzo” non prevede allo stato attuale alcuna distinzione nell’obbligo di turnazione tra farmacie urbane e rurali. La norma, infatti, disciplina solo una differenza di tempi di turnazione e non di esenzione.

Al principio generale che tutte le farmacie sono obbligate a partecipare ai turni di guardia si aggiungono, tuttavia, alcune particolarità dettate dalle autorità regionali per le farmacie rurali. Queste ultime hanno, ad esempio, la possibilità di chiudere se dimostrano di avere un sistema di reperibilità che assicuri il servizio, una volta ottenuto il consenso da parte dell'autorità amministrativa dietro motivata richiesta.

Marcato come spam
Pubblicato da Prof. Marino Mascheroni
Risposta del 8 Settembre 2023

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.