Farmacista che lavora all’estero, vi è incompatibilità per assegnazione sede?

Farmacista che lavora all’estero, vi è incompatibilità per assegnazione sede?

0
0

Ho fatto la domanda per il concorso straordinario Lombardia con altri due farmacisti. Oggi una di queste due si è trasferita in Belgio, e lavora presso UCB, visto che la legge dice che per accettare dobbiamo non essere dipendenti (in Italia) vale anche per i farmacisti all’estero deve per forza tornare in italia o possiamo fare la società dal notaio e la gestiamo gli altri due?

Marcato come spam
Chiesta: 16 Maggio 2017 18:21
423 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 5 anni fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

Mi risulta che la regione Lombardia intesti la sede vinta alla società che deve comprendere tutti i partecipanti alla compagine sociale. La vostra socia, ora in Belgio, potrebbe tramite procura notarile darvi mandato per la costituzione della società. In ogni caso va verificata la posizione della regione Lombardia circa lo status di lavoratore dipendente all’estero.

Cordiali saluti.

Maurizio Cini

Marcato come spam
Pubblicato da Prof. Maurizio Cini
Risposta: 16 Maggio 2017 18:22

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.