Farmacista che lavora all’estero, vi è incompatibilità per assegnazione sede?

Farmacista che lavora all’estero, vi è incompatibilità per assegnazione sede?

0
0

Ho fatto la domanda per il concorso straordinario Lombardia con altri due farmacisti. Oggi una di queste due si è trasferita in Belgio, e lavora presso UCB, visto che la legge dice che per accettare dobbiamo non essere dipendenti (in Italia) vale anche per i farmacisti all’estero deve per forza tornare in italia o possiamo fare la società dal notaio e la gestiamo gli altri due?

Marcato come spam
Chiesta: 16 Maggio 2017 18:21
409 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 5 anni fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete