Farmacista dipendente è tenuto al risarcimento totale del danno?

Farmacista dipendente è tenuto al risarcimento totale del danno?

0
0

Nel caso in cui un farmacista dipendente abbia causato involontariamente un danno ad un oggetto durante l’orario lavorativo e svolgendo una mansione affidatagli dal datore di lavoro ma non di sua competenza (ad es. un farmacista collaboratore che svolge mansioni tipiche di un magazziniere), il lavoratore è tenuto a risarcire il danno? In misura totale o parziale? Nel caso di dimissioni volontarie, il datore di lavoro può trattenere dall’ultimo stipendio la quota dovuta per il risarcimento del danno?

Marcato come spam
Chiesta: 6 Giugno 2016 14:45
630 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 5 anni fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

L’obbligo di risarcire il danno ingiustamente provocato compete sempre a
chi lo ha causato. In ogni caso ogni situazione è a se. Bisognerebbe
sapere le circostanze esatte in cui è avvenuto il fatto, quali erano le
mansioni affidate e come erano state affidate: verbalmente, per iscritto
ecc. Quanto alla trattenuta del danno dallo stipendio direi di no perché
si tratterebbe di una valutazione arbitraria e non stabilita in un
giudizio. Ma poi, mi chiedo, non c’è un assicurazione sulla
responsabilità civile?

Maurizio Cini

Marcato come spam
Pubblicato da Prof. Maurizio Cini
Risposta: 6 Giugno 2016 14:46

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.