Farmacista ospedaliero può mantenere il posto di lavoro se farmacia non apre?

Farmacista ospedaliero può mantenere il posto di lavoro se farmacia non apre?

0
0

vorrei gentilmente sapere, essendo un farmacista ospedaliero, in caso di accettazione delle sede in quale momento procedurale devo produrre le dimissioni e nel caso non riuscissi ad aprire la farmacia per qualsiasi motivazione (mancanza locali…) ho diritto a mantenere il posto di lavoro in ospedale ?

Marcato come spam
Chiesta: 26 Gennaio 2017 19:15
294 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 5 anni fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

A mio avviso, salvo diverse pretese della sua regione, le dimissioni debbono essere operative (cioè accettata) appena prima del rilascio dell’autorizzazione all’esercizio della farmacia. La mancanza di locali idonei (presente in molte situazioni già note) non è disciplibnata da alcuna norma se non quella, contenuta nei bandi, della decadenza per la mancata apertura entro 180 giorni dalla delibera di essegnazione. Sicuramente la questione va posta al comune al quale, in casi estremi chiedere l’autorizzazione all’installazione di una struttura prefabbricata provvisoria.

Cordiali saluti.
Maurizio Cini

Marcato come spam
Pubblicato da Prof. Maurizio Cini
Risposta: 26 Gennaio 2017 20:17

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.