Indennità avviamento farmacia, chi determina l’ammontare?

Indennità avviamento farmacia, chi determina l’ammontare?

0
0

in caso di accettazione di nuova sede, chi determina l’ammontare dell’indennita’ di avviamento della sede lasciata e quali sono i criteri per dedurla dalla dichiarazione dei redditi (mod. unico persone fisiche)

Marcato come spam
Chiesta: 13 Febbraio 2017 20:43
686 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 5 anni fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

L’indennità di avviamento, salvo che non intervenga un accordo tra le parti, deve essere determinata dall’ufficio individuato dalle singole leggi regionali (ad es. nel Lazio è il Sindaco, in Emilia Romagna la Asl, ecc.), che quindi sarà generalmente adita dal titolare del diritto a riscuoterla, mentre per la determinazione del valore di arredi e scorte la norma prevede, al contrario, un accordo tra le parti e solo eventualmente, cioè a istanza di una di loro, l’intervento dell’ufficio competente.

Dal punto di vista fiscale la deduzione dell’importo dell’indennità viene effettuata per quote annuali, ognuna però non superiore a un diciottesimo dell’intero ammontare dell’indennità.

Riscontriamo il Suo quesito riservandoci di pubblicare domanda e risposta sul sito http://www.sediva.it e sulla pagina Facebook “Sediva”.

Marcato come spam
Pubblicato da Studio Bacigalupo Lucidi
Risposta: 13 Febbraio 2017 20:44

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.