Maggiorazione punteggio farmacisti rurali, quale ratio?

Maggiorazione punteggio farmacisti rurali, quale ratio?

0
0

La norma di cui all’art. 9 della L. 221/1968 che attribuisce in un Concorso farmaceutico la maggiorazione del 40% del punteggio dell’esercizio professionale per i Farmacisti rurali, entro e non oltre 6.5 punti totali è francamente incomprensibile, al di là del fatto se tale punteggio supplementare sia confinato o meno entro i 35 punti, massimo previsto per i Titoli di carriera, attualmente dibattuto, dopo la sentenza recente del C.D.S. Infatti, essendo la matematica non opinabile, una maggiorazione del 40% corrispondente a 6.5 punti, si conseguirebbe al raggiungimento di 16.25 punti (6.5/0.4 = 16.25 punti), corrispondenti a 6,5 anni di servizio come Titolari rurali (2.5 punti x anno) oppure 7,2 anni come Collaboratore rurale (2.25 punti x anno). Ma se l’esercizio professionale si calcola per un periodo di attività non superiore ai venti anni e complessivamente non inferiore ad un anno, la domanda è: qual è la ratio per cui si applica la maggiorazione punteggio farmacisti rurali solo per una quantità di anni inferiori al massimo valutabile?

Marcato come spam
Chiesta: 13 Ottobre 2016 23:16
482 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 5 anni fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete