Reso del farmaco dal cliente: può essere fatto?

Reso del farmaco dal cliente: può essere fatto?

1
0

Vi scrivo per capire se è possibile effettuare il reso di un farmaco che al cliente non serve più e a quale legge si può fare riferimento, in quanto io normalmente non li riprendo indietro vista l’impossibilità di determinarne una corretta conservazione.

Marcato come spam
Domanda del 20 Marzo 2024
418 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di un mese fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

Quando un prodotto – incluso il farmaco – è venduto al dettaglio, ossia in negozio la legge non ammette il diritto di recesso, vale a dire che lei non ha nessun obbligo nel ritirare il prodotto.

La direttiva 2011/83/Ue sui diritti dei consumatori riconosce al cliente il diritto di recedere dall’acquisto nel caso abbia stipulato contratti a distanza (es. e-commerce) senza penalità alcuna e senza specificare il motivo, secondo modalità e termini normativamente stabiliti.

Sempre tale direttiva riporta che il diritto di recesso non trova applicazione nel caso di acquisto di beni effettuati all’interno di un negozio, cioè quando si è avuta preventivamente la possibilità di prendere visione di tutte le caratteristiche del prodotto.

In tali casi, il ripensamento non è un diritto riconosciuto per legge, ma può essere frutto di accordi tra le parti.

Marcato come spam
Pubblicato da Marco Ternelli
Risposta del 20 Marzo 2024

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.