Sentenza TAR Lecce, può stravolgere le competenze della legge?

Sentenza TAR Lecce, può stravolgere le competenze della legge?

Categoria:
0
0

Dopo quattro lunghi anni dall’entrata in vigore della legge Monti n. 27/2012 “CresciItalia!”, proprio quando il comune ente ad un livello di governo più vicino ai cittadini sembrava aver acquisito la potestà esclusiva dello strumento di programmazione delle farmacie sul proprio territorio, ricevendo conferma da numerose sentenze di TAR e Cds, ecco che”Grande è la confusione nel cielo sopra la farmacia”, come hanno confermato esperti del settore per la sentenza del TAR Lecce 617/2016. Ma può questa sentenza stravolgere le competenze della legge? Si può affermare che da oggi si torna indietro nel tempo e la Regione si riprende la titolarità e la discrezionalità del procedimento di programmazione delle farmacie?

Marcato come spam
Chiesta: 27 Aprile 2016 12:34
246 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 5 anni fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

No. Non condivido per nulla la sentenza che potrebbe essere riformata dal Consiglio di Stato. La legge mi sembra chiara nell’attribuire ogni competenza al comune lasciando alla regione solo l’intervento nel caso in cui, per l’indizione del concorso straordinario, il comune non avesse rispettato i termini per indicare le sedi.
In ogni caso è una goccia nel mare di tanti pareri ma direi tutti concordi nel ritenere il comune sovrano.

Cordiali saluti.

M. Cini

Marcato come spam
Pubblicato da Prof. Maurizio Cini
Risposta: 27 Aprile 2016 12:36

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.