Verifica interazione tra farmaci e integratori: quale responsabilità del farmacista?

Verifica interazione tra farmaci e integratori: quale responsabilità del farmacista?

0
0

Sono farmacista collaboratore in una farmacia. Un paziente mi ha presentato una ricetta per l’anticoagulante a base di warfarin. La persona mi ha menzionato di assumere anche un integratore a base di erbe che non era specificato sulla ricetta. Mi sono chiesto quale fosse la mia responsabilità professionale – anche di natura legale – nel verificare potenziali interazioni tra il warfarin e l’integratore a base di erbe.

Marcato come spam
Domanda del 27 Dicembre 2023
271 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 2 mesi fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

Per fugare qualsiasi dubbio occorre conoscere cosa contenga l’integratore e le sue eventuali avvertenze. Potrebbe infatti essere previsto di non usarlo nel caso si assumano anticoagulanti.

In assenza di indicazioni circa le controindicazioni si potrebbe provare ad inserire i singoli componenti dell’integratore in motori di ricerca delle incompatibilità tra farmaci e sostanze naturali.

In ogni caso, essendo l’integratore un prodotto “alimentare” di libera vendita, ritengo che ella non possa essere mai coinvolto in qualsiasi questione di responsabilità non conoscendo la natura dell’integratore.

Marcato come spam
Pubblicato da Prof. Maurizio Cini
Risposta del 27 Dicembre 2023

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.