Farmacista in parafarmacia: può essere applicato contratto commercio?

Farmacista in parafarmacia: può essere applicato contratto commercio?

0
0

Sono una naturopata titolare di una parafarmacia nata inizialmente come erboristeria e trasformata in seguito alle liberalizzazioni in parafarmacia. Ho assunto una farmacista con contratto farmacia. Pur non essendo io farmacista, posso trasformare il contratto della mia dipendente in contratto commercio per un risparmio in termini di imposte e tasse?

Marcato come spam
Domanda del 20 Luglio 2023
299 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 7 mesi fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

Il Ccnl per i dipendenti da farmacia privata, all’art. 1 recita testualmente: «Il presente Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro disciplina in materia unitaria, per tutto il territorio nazionale, i rapporti di lavoro tra i farmacisti titolari di farmacie private o altri esercenti autorizzati delle stesse a norma delle vigenti disposizioni di legge e il relativo personale dipendente laureato e non laureato in farmacia».

Proprio il dettato sopra riportato stabilisce, quindi, che al personale dipendente (sia laureato che non) anche di altri esercenti autorizzati - tipicamente le parafarmacie - debba essere applicato il Ccnl citato.

L’eventuale risparmio in termini impositivi non risulta, peraltro, motivo sufficiente per l’applicazione di diverso Ccnl ai propri dipendenti.

Marcato come spam
Pubblicato da Francesco d'Alfonso
Risposta del 20 Luglio 2023

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.