Collaboratore farmacia differenti ditte individuali di famiglia: è possibile?

Collaboratore farmacia differenti ditte individuali di famiglia: è possibile?

0
0

Si può essere collaboratori in impresa familiare sia nella farmacia del papà che in quella della sorella, magari a percentuali diverse? Esiste incompatibilità?

Marcato come spam
Chiesta: 12 Dicembre 2022 16:33
96 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di un mese fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

Dal versante giuridico nulla osta a che ci sia una “doppia partecipazione” purché sia rigidamente osservato il dettato nominativo dell’art. 230 bis c.c.

Conviene rimarcare, peraltro, come l’impresa familiare postuli che vi collaborino determinati famigliari – nella maggior parte dei casi, coniuge (o convivente di fatto, o persona unita civilmente) e figli – e si configuri come un nuovo modello giuridico retto da una normativa sua propria, operativa se non sia ravvisabile un differente rapporto. Essa discende, automaticamente, dal fatto che più famigliari prestino continuativamente, anche se non esclusivamente, attività di lavoro a favore dell’impresa, vale a dire nell’àmbito di un’attività economica organizzata al fine della produzione o dello scambio di beni o servizî.

Laddove non sia possibile o di fatto non venga rispettato il dettato normativo è facile pensare ad una simulazione di lavoro subordinato o societario, per cui consiglierei prudenza.

Marcato come spam
Pubblicato da Prof. Marino Mascheroni
Risposta: 12 Dicembre 2022 16:42

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.