Contributi Enpaf dopo vendita farmacia: come gestirli?

Contributi Enpaf dopo vendita farmacia: come gestirli?

0
0

Sono titolare di una farmacia e la sto vendendo. Per il pensionamento mi manca ancora qualche anno (ho 61 anni). Volevo sapere per non perdere la pensione Enpaf visto che fino ad ora ho sempre versato i contributi come devo comportarmi? Inoltre, volevo sapere se la cosa è collegata all’iscrizione all’Albo dei farmacisti. Quanti contributi Enpaf devo pagare? In definitiva devo continuare a pagarli entrambi? E fino a quando?

Marcato come spam
Domanda del 7 Giugno 2024
142 viste
0
Domanda Privata

Sulla base del regolamento previdenziale Enpaf, l’esercizio dell’attività professionale è un requisito rilevante ai fini sia contributivi che pensionistici.

In particolare, con riferimento ai contributi previdenziali, l’iscritto che non esercita l’attività professionale – come nel caso descritto nel quesito a causa della vendita della farmacia – può richiedere la riduzione del contributo al 50%.

Il mantenimento dell’iscrizione all’albo professionale impone il pagamento dei contributi previdenziali sebbene con le riduzioni consentite dal regolamento e fino al raggiungimento dell’età pensionistica fissata a 68 anni e 9 mesi di età anagrafica.

Marcato come spam
Pubblicato da Francesco d'Alfonso
Risposta del 7 Giugno 2024

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.