Da contratto a tempo indeterminato a Partita Iva: è vantaggioso per il farmacista?

Da contratto a tempo indeterminato a Partita Iva: è vantaggioso per il farmacista?

5
0

Sono una farmacista neoassunta a tempo indeterminato per 40 ore settimanali. Mi è stato proposto un ruolo da collaboratrice con partita IVA a 21 euro/ora sempre per 40 ore a settimana. Quanto potrei guadagnare al netto mensilmente? È vantaggioso a suo parere passare da dipendente indeterminato a partita Iva?

Marcato come spam
Chiesta: 28 Giugno 2022 16:36
240 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di un mese fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete