Devo cancellarmi dall’Enpaf prima della domanda di pensione cumulativa all’Inps?

Devo cancellarmi dall’Enpaf prima della domanda di pensione cumulativa all’Inps?

0
0

Ho maturato 44 anni di contributi presso l’Enpaf e ho un contratto di lavoro part-time a tempo indeterminato in una farmacia rurale da oltre vent’anni. Secondo le regole dell’Inps, potrei andare in pensione a 67 anni. Stessa cosa vale per il regolamento Enpaf, secondo il quale avrei maturato il diritto alla pensione anticipata (41 anni e sei mesi).

Se presento una domanda di pensione cumulativa all’Inps per avere un unico trattamento pensionistico, dovrei prima cancellarmi dall’Enpaf o ciò avverrà automaticamente con la liquidazione da parte dell’Inps che dovrà provvedere al suddetto cumulo contributivo?

Marcato come spam
Domanda del 7 Novembre 2023
196 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 6 mesi fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

Per poter presentare domanda di pensione “cumulativa” all’Inps al fine di ottenere un unico trattamento pensionistico, si deve attivare la procedura della ricongiunzione.

Il regolamento previdenziale dell’Enpaf consente la ricongiunzione dei periodi assicurativi, che comporta il trasferimento della posizione assicurativa tenuta presso uno o più enti previdenziali obbligatori ad un unico ente – nel caso prospettato nel quesito i contributi si intende trasferirli all’Inps – al fine di maturare un’unica pensione che sarà erogata dall’ente accentrante (ente presso il quale si trasferiscono tutte le posizioni assicurative in essere).

La ricongiunzione può essere operata:
• dai dipendenti, pubblici o privati, nonché dai lavoratori autonomi che siano stati iscritti a una cassa professionale
• dai liberi professionisti che siano stati iscritti a forme obbligatorie di previdenza per lavoratori dipendenti, pubblici o privati, o per lavoratori autonomi
• dai liberi professionisti che abbiano periodi di contribuzione presso diverse casse professionali
• dal libero professionista che goda già della erogazione di una pensione
• dai superstiti entro due anni dal decesso dell’iscritto.
La procedura di ricongiunzione viene attivata a seguito di domanda da presentare all’Istituto presso il quale si intende trasferire i periodi contributivi (Inps).

Una volta conclusa la procedura la posizione tenuta presso l’Enpaf sarà chiusa.

Si ricorda, infine, che l’operazione può essere onerosa; il calcolo dell’onere è a cura dell’ente accentrante.

Marcato come spam
Pubblicato da Francesco d'Alfonso
Risposta del 7 Novembre 2023

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.