Dimissioni volontarie farmacista: posso continuare a versare il contributo di solidarietà?

Dimissioni volontarie farmacista: posso continuare a versare il contributo di solidarietà?

0
0

Ho dato dimissioni volontarie da farmacista dipendente presso una farmacia privata, dopo aver esercitato da giugno 2022 a febbraio 2023. Posso continuare a usufruire del contributo di solidarietà Enpaf in disoccupazione, nel mio caso, volontaria?

Marcato come spam
Domanda del 31 Marzo 2023
226 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di un anno fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

Il contributo di solidarietà Enpaf può essere versato – a seguito di presentazione di domanda specifica da presentare entro il 30 settembre dell’anno per il quale si riferisce il versamento – solo da due categorie di farmacisti:

– gli esercenti attività professionale in regime di lavoro dipendente, purché non abbiano redditi professionali ulteriori, i quali corrispondono un importo pari al 3% del contributo intero vigente nell’anno;
– i disoccupati temporanei e involontari, i quali corrispondono un importo pari all’1% del contributo intero vigente nell’anno, per un periodo massimo di cinque anni. Una volta superato questo periodo il soggetto che permanga in stato di disoccupazione ha diritto alla riduzione massima del 50%.

Da quanto sopra ne deriva che, in caso di disoccupazione volontaria, non si ha diritto al versamento del solo contributo di solidarietà.

Marcato come spam
Pubblicato da Francesco d'Alfonso
Risposta del 31 Marzo 2023

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.