Direttore farmacia comunale, quale è la retribuzione?

Direttore farmacia comunale, quale è la retribuzione?

0
0

Salve, vorrei sapere in quale livello contrattuale deve essere inquadrato un farmacista dipendente ed avente il ruolo di direttore farmacia comunale e quale deve essere la retribuzione spettante. Trattasi di farmacia aperta con la formula “in economia”.

Marcato come spam
Chiesta: 5 Luglio 2016 19:33
11168 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 5 anni fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

1
Domanda Privata

Gentile Dottore,
nelle seguenti note troverà esposta la risposta al Suo quesito.
Come Lei ben sa, la farmacia aperta con la formula “in economia” è quella gestita direttamente dal Comune con proprio personale.
A tale farmacia, e ai rapporti intercorsi con i relativi dipendenti, si applica il “CCNL Imprese gestite o partecipate dagli enti locali, esercenti farmacie, parafarmacie, magazzini farmaceutici all’ingrosso, laboratori farmaceutici”, da ultimo rinnovato in data 23.07.2013.
Prescindendo in tale sede sulle questioni relative alla c.d. spending review perché non rilevante, il Farmacista con ruolo di Direttore è inquadrato al I Livello Super, al quale compete, a seguito dell’ultimo aumento contrattuale a far data dall’1.10.2015, una retribuzione di € 2.245,40 e un’indennità quadri di € 130, entrambe per 14 mensilità.
L’orario di lavoro è stato fissato in 40 ore settimanali a decorrere dall’1.01.2013, distribuito su 6 giorni lavorativi di norma consecutivi.
Ciò detto, e prescindendo dalle detrazioni per coniuge a carico e figli e dalle Addizionali Regione e Comunale (compreso l’Acconto) nello specifico caso applicabili, perché dati non in mio possesso, la retribuzione lorda spettante per ogni mensilità è pari a € 2.375,40, che, al netto di Contributi INPS (€ 218,26) e di Ritenute IRPEF (calcolate, con applicazione della sola detrazione per lavoro dipendente, in € 379,00), porta ad un netto in busta di circa € 1.780 (€ 1.778,14).
Spettano, infine, 72 ore di permessi, di cui 40 per R.O.L. (riduzione orario di lavoro) e 32 per permessi retribuiti e 26 giorni di ferie retribuite l’anno.
Confidando di aver risposto compiutamente al Suo quesito, Le auguro un meraviglioso proseguimento di giornata.

Cordiali saluti

Silvia Di Domenico
Dottore Commercialista
Revisore Legale

Marcato come spam
Pubblicato da Silvia Di Domenico
Risposta: 5 Luglio 2016 19:34

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.