Farmacista collaboratore: posso lavorare dopo i 67 anni?

Farmacista collaboratore: posso lavorare dopo i 67 anni?

0
0

Sono un farmacista collaboratore con contratto Assofarm. Nonostante abbia dei buchi contributivi, non avrei problemi a lavorare fino a 68 anni e 9 mesi, l’età stabilita per l’accesso alla pensione Enpaf. Questo è consentito dal contratto Assofarm? Avrei la possibilità di continuare a lavorare per un altro paio di anni dopo aver compiuto 67 anni?

Marcato come spam
Domanda del 6 Novembre 2023
250 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 5 mesi fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

Come correttamente indicato nel quesito, sulla base del regolamento di previdenza dell’Ente di previdenza dei farmacisti – Enpaf – l’accesso alla pensione è stabilito all’età di 68 anni e 9 mesi avendo la possibilità, comunque, di cumulare tale reddito con eventuali redditi da lavoro dipendente o da lavoro autonomo nel caso si volesse continuare ad esercitare la professione anche dopo aver maturato il diritto alla pensione.

La possibilità di lavorare dopo aver compiuto i 67 anni di età presso una impresa gestita o partecipata da un Ente Locale e che eserciti l’attività di farmacia è eventualmente essere concessa dall’impresa stessa non regolando il Ccnl Assofarm tale fattispecie.

Marcato come spam
Pubblicato da Francesco d'Alfonso
Risposta del 6 Novembre 2023

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.