Farmacista e magazziniere: quali sono le differenze retributive?

Farmacista e magazziniere: quali sono le differenze retributive?

0
0

In un articolo pubblicato nel 2017 è presente una disanima sulle differenze retributive tra farmacista e magazziniere. Ad oggi, esistono variazioni agli importi indicati?

Marcato come spam
Domanda del 4 Marzo 2023
894 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di un anno fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

Nel confermare quanto riferito nell’articolo citato nel quesito, si specificano gli elementi che compongono le retribuzioni del farmacista e del magazziniere.

Si ricorda che la retribuzione è costituita dalle seguenti voci:

– retribuzione base stabilita per livello di assunzione
– indennità di contingenza
– scatti di anzianità
– eventuale indennità speciale quadri
– elemento distinto della retribuzione (euro 10,33 mensili).

In particolare al farmacista direttore di farmacia è riconosciuta una retribuzione così formata:

– minimo tabellare pari a euro 1.579,00
– contingenza pari a euro 536,07
– indennità speciale pari a euro 130,00
– elemento distinto della retribuzione (Edr) pari a euro 10,33.
Totale 2.255,40 euro.

Al farmacista inquadrato al primo livello del Ccnl per i dipendenti da farmacia privata – farmacista collaboratore dopo 24 mesi di servizio nella qualifica – è riconosciuta la retribuzione così composta:

– minimo tabellare pari a euro 1.349,19
– contingenza pari a euro 530,45
– indennità speciale pari a euro 100,00
– elemento distinto della retribuzione (Edr) pari a euro 10,33.
Totale 1.989,97 euro.

Il magazziniere consegnatario – quindi con responsabilità tecnico-amministrativa del magazzino – a norma del Ccnl citato trova collocazione al secondo livello che comporta il riconoscimento retributivo lordo così dettagliato:

– minimo tabellare pari a euro 1.144,94
– contingenza pari a euro 521,63
– elemento distinto della retribuzione (Edr) pari a euro 10,33.
Totale 1.676,90 euro.

A tali importi potranno essere aggiunti eventuali superminimi riconosciuti in fase di sottoscrizione del contratto di assunzione quali aumenti retributivi, che possono essere attribuiti sia singolarmente che collettivamente, e che costituiscono incrementi rispetto ai minimi contrattuali.

Marcato come spam
Pubblicato da Francesco d'Alfonso
Risposta del 1 Marzo 2023

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.