Farmacista può avere più contratti part-time e superare le 40 ore?

Farmacista può avere più contratti part-time e superare le 40 ore?

0
1

Lavoro come farmacista collaboratore con contratto dipendente part-time di 30 ore settimanali in tre giorni lavorativi e sono in attesa di essere assunto a tempo pieno. Ho molto tempo libero e avrei intenzione di arrotondare facendo qualche ora su altre farmacie. Ho chiesto a un consulente del lavoro e mi accennava che non è possibile sommando più contratti part-time avere una somma oraria di più 40 ore. Questo prevederebbe accordi particolari e comunque il datore che mi consentirebbe di sforare le 40 ore settimanali dovrebbe pagarmi le ore di straordinario.

Inoltre, in prospettiva a breve-medio periodo di passare con il mio attuale lavoro a full time questa condizione andrebbe ad ogni modo a decadere. Quindi in che modo potrebbero coesistere due contratti differenti?

Nel caso dovrei per forza aprire partita Iva? E se le mie prestazioni avessero un carattere di occasionalità tale da non giustificare l’apertura della partita Iva, come potrei arrotondare un lavoro a 40 ore (o di 30) ora che la soluzione voucher è stata eliminata?

Marcato come spam
Domanda del 12 Febbraio 2024
325 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 5 mesi fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

Si premette che è consentito sottoscrivere due contratti di lavoro dipendente part time. Esiste, tuttavia, il limite di 48 ore settimanali, comprese le ore di lavoro supplementari o straordinarie, limite che deve essere calcolato come media in un periodo di 12 mesi. In questo caso, in capo al lavoratore, scatterebbe l’obbligo di comunicare ai datori di lavoro le informazioni utili al fine di far rispettare detto limite.

Nel caso prospettato nel quesito, tenuto conto che si è in attesa di modificare a breve il contratto da part time a full time, si deve valutare attentamente l’opportunità di legarsi con un altro contratto part time presso un’altra farmacia. Si sarebbe costretti, infatti, ad interrompere il secondo contratto dopo poco tempo.

La possibilità di integrare un lavoro full time (40 ore settimanali) è legata esclusivamente all’apertura della partita Iva e, quindi, allo svolgimento dell’attività professionale come lavoratore autonomo tenuto conto del limite orario in caso di lavoro dipendente sopra indicato.

Marcato come spam
Pubblicato da Francesco d'Alfonso
Risposta del 12 Febbraio 2024

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.