Ferie farmacisti per ristrutturazione farmacia: come vanno gestite?

Ferie farmacisti per ristrutturazione farmacia: come vanno gestite?

0
0

La farmacia dovrà chiudere per circa 15 giorni a causa di alcuni lavori di ristrutturazione. È stato comunicato che il personale dovrà essere dunque messo in ferie.

Tuttavia la ristrutturazione è prevista in un periodo in cui solitamente non si chiedono ferie: il collaboratore può chiedere il resto delle ferie in un periodo a suo piacimento o dovrà comunque concordarlo con il datore di lavoro?

Marcato come spam
Chiesta: 20 Dicembre 2022 19:19
166 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di un mese fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

La gestione delle ferie è regolata dal Ccnl dei dipendenti da farmacia privata e, in particolare, si determina che è facoltà del datore di lavoro stabilire il periodo di ferie al fine di soddisfare, in primo luogo, le esigenze della farmacia; tuttavia il periodo di ferie non può essere frazionato in più di due periodi l’anno, uno dei quali è a scelta del lavoratore sempre in accordo con il datore di lavoro.

Nel caso prospettato nel quesito, non c’è dubbio che le esigenze della farmacia impongano la fruizione delle ferie da parte del personale dipendente nel periodo di chiusura per ristrutturazione.
Per quanto riguarda i giorni di ferie residui, il personale dipendente potrà scegliere il periodo che riterrà più opportuno ma sempre previo accordo con il datore di lavoro.

Marcato come spam
Pubblicato da Francesco d'Alfonso
Risposta: 20 Dicembre 2022 19:34

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.