Gestione farmacia comunale di nuova istituzione, in che modo valutare bando di gara?

Gestione farmacia comunale di nuova istituzione, in che modo valutare bando di gara?

0
0

Sto valutando il bando di gara per l’affidamento del servizio di gestione di farmacia comunale di nuova istituzione. Le condizioni sono le seguenti: corresponsione per dodici anni di canone locazione di 12000 euro annui olre l’Iva, soggetto a rivalutazione Istat; corresponsione per dodici anni di canone semestrale per la gestione della farmacia pari al 5% del volume d’affari piu IVA; arredamento e utenze a carico del gestore; diritto di prelazione da parte del gestore in caso di affidamento successivo alla scadenza del contratto ad altro gestore; fideiussione 36000 euro; stipulazione assicurazione per danni a persone, cose e per rischio locativo (incendio-vandalismi…);
La farmacia coprirebbe un bacino di utenza di 2000 abitanti, più altrettanti 2000 residenti in altra frazione del comune in questione, in cui è già presente altra farmacia privata. Vorrei avere un parere circa la validità di questa proposta di contratto, sapendo che dovrei partire da zero e quindi dovrei chiedere un leasing per poter “aprire” ex-novo (dall’arredo all’acquisto di un iniziale magazzino) e di quanto potrebbe essere il valore del prestito richiesto per poter fronteggiare il tutto. Ringrazio anticipatamente<

Marcato come spam
Chiesta: 10 Giugno 2015 20:17
1233 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 5 anni fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete