Lavoro straordinario farmacia, come gestire la richiesta al farmacista?

Lavoro straordinario farmacia, come gestire la richiesta al farmacista?

0
0

La nostra collaboratrice farmacista lavora nella farmacia da 3 anni con un orario settimanale di 39 ore suddivise in 5 giorni e mezzo lavorativi (sempre liberi sabato pomeriggio e domenica).
Avendo deciso con l’altro mio socio di alternarci tra noi nei turni di reperibilità settimanali (inclusa apertura domenicale) è molto probabile che sia necessaria la presenza della dipendente farmacista per qualche ora in un paio di giornate festive in cui spetterà a me la reperibilità (parliamo di una copertura dalle 3 alle 4 ore rispetto alle 7 ore di apertura giornaliera).
Vi chiedo:
– posso gestire io direttamente la richiesta alla dipendente di rendersi disponibile per la copertura di tali ore nei giorni festivi o necessita anche il consenso dell’altro socio?
– ipotizzando mezza giornata, ovvero 4 ore di lavoro nel giorno festivo o domenicale (che sommate alle 39 ore settimanali farebbero 43 ore, quindi ben al di sotto del tetto massimo di 46 ore previste dal CCNL), la collaboratrice avrà comunque diritto ad una intera giornata di riposo nella settimana successiva oppure solo mezza giornata (ovvero le stesse ore coperte dal turno straordinario)?
– avendo già accennato alla stessa dipendente la possibilità che necessiti in futuro una sua disponibilità in base a quanto sopra descritto e tenuto conto che l’interessata ha precisato che “preferirebbe non fare turni festivi”, resta lei comunque obbligata a coprire la mia richiesta?

Marcato come spam
Chiesta: 15 Settembre 2015 20:59
1991 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 5 anni fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete