Maternità farmacista collaboratore, quale procedura seguire?

Maternità farmacista collaboratore, quale procedura seguire?

10
0

Quale è la procedura da seguire in caso di maternità di farmacista collaboratore? Quanto tempo prima è necessario informare il titolare della farmacia?

Marcato come spam
Chiesta: 19 Maggio 2022 12:44
865 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 6 mesi fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

1
Domanda Privata

La normativa relativa alla maternità non prevede un momento specifico in cui comunicare la gravidanza al datore di lavoro. In linea di massima si aspetta il compimento del primo trimestre ma, non essendoci alcun obbligo in termini di tempistica, in linea teorica si potrebbe dare la comunicazione anche qualche giorno prima dell’inizio del congedo obbligatorio.

La comunicazione va data inizialmente a voce per poi effettuare una comunicazione per iscritto.
Si specifica che, il congedo per maternità obbligatorio è di 5 mesi e che può essere usufruito da due mesi precedenti la data presunta del parto a tre mesi dopo il parto.

C’è la possibilità di usufruire del congedo di maternità “flessibile”; si può, quindi, andare in congedo un mese prima e quattro mesi dopo. La scelta è della lavoratrice. La flessibilità può spingersi fino a scegliere come periodo di congedo i cinque mesi successivi la data del parto. In questi casi, deve esserci una specifica autorizzazione del medico del SSN avallato dal medico competente che attesti l’assenza di rischio per la madre e per il nascituro.

Marcato come spam
Pubblicato da Francesco d'Alfonso
Risposta: 19 Maggio 2022 12:44

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.