Modifica contratto di lavoro farmacista: in caso di riduzione orario di apertura è lecita la variazione della retribuzione?

Modifica contratto di lavoro farmacista: in caso di riduzione orario di apertura è lecita la variazione della retribuzione?

0
0

Mi è stata notificata, mentre ero in malattia, una modifica unilaterale del contratto di lavoro – part time presso un dispensario farmaceutico – con riduzione orario a otto ore settimanali. Non avendo accettato la modifica, al rientro in servizio, sono stata licenziata.

Precisando che il dispensario ha effettivamente ridotto l’orario di apertura a sole otto ore a settimana, è corretto che dal primo mese di preavviso la retribuzione non sia stata più quella prevista dal contratto in essere, ma quella ridotta prevista dalla modifica da me non accettata?

Marcato come spam
Domanda del 3 Luglio 2023
185 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 9 mesi fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

La modifica dell’orario di lavoro in conseguenza di un'effettiva mutazione dell’orario di apertura del dispensario farmaceutico è consentita da parte del datore di lavoro, in quanto è riconducibile alle esigenze organizzative, tecniche e produttive del dispensario stesso. La mancata accettazione può, come nel caso del quesito, comportare il licenziamento.

La riduzione della retribuzione è logica conseguenza del ridotto orario di lavoro e dovrà operare dal mese in cui l’orario di apertura è mutato.

Marcato come spam
Pubblicato da Francesco d'Alfonso
Risposta del 3 Luglio 2023

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.