Notturno farmacista può durare più di otto ore?

Notturno farmacista può durare più di otto ore?

0
0

Sono farmacista collaboratore in Puglia presso una farmacia privata. Inizierò a svolgere turno notturno a battenti chiusi. Il turno inizia alle 22.00 e termina alle 8.30 del giorno successivo. Come risolvere il problema delle otto ore massime di lavoro notturno previste dalla normativa sul lavoro, per il farmacista che effettua il notturno?

Marcato come spam
Domanda del 17 Ottobre 2023
294 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 6 mesi fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

Le regole generali in merito ai turni di lavoro notturni stabiliscono che – in linea di massima – il numero delle ore non può superare le otto, fatto salvo quanto eventualmente stabilito dai contratti collettivi.

A ben vedere, il Ccnl per i dipendenti da farmacia privata, all’art. 21, stabilisce che è considerato lavoro notturno quello prestato tra l’ora di chiusura serale e l’ora di apertura mattutina. Quindi, è proprio il Ccnl citato che consente il superamento delle otto ore prevedendo, infatti, delle maggiorazioni retributive diversificate tra le prime otto ore e le successive oltre detto limite.

Nel caso prospettato nel quesito, si avrà una maggiorazione del 16% per le prime otto ore e una maggiorazione del 10% per le successive.

Marcato come spam
Pubblicato da Francesco d'Alfonso
Risposta del 17 Ottobre 2023

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.