Permessi farmacista come vengono tassati, se liquidati?

Permessi farmacista come vengono tassati, se liquidati?

0
0

I permessi di lavoro non usufruiti dal farmacista e liquidati come vengono tassati?

Marcato come spam
Domanda del 19 Aprile 2023
270 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di un anno fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

A norma del Ccnl di settore, i permessi sono fruiti in periodi di minore attività della farmacia mediante rotazione del personale, in modo da non pregiudicare il normale andamento dell’attività.

Qualora i permessi maturati non dovessero essere goduti entro l’anno di maturazione possono decadere, e quindi essere liquidati, ovvero possono essere usufruiti entro il 30 giugno dell’anno successivo alla maturazione.

L’importo inserito in busta paga a titolo di liquidazione dei permessi è soggetto a contribuzione Inps – sia per la quota a carico del datore di lavoro che per la quota a carico del lavoratore – e a tassazione ordinaria Irpef. La somma corrisposta concorrerà alla formazione del reddito complessivo ai fini fiscali del dipendente.

Il datore di lavoro dovrà versare con modello F24 i contributi Inps – sia quelli a carico dell’azienda che quelli trattenuti al lavoratore – e le somme trattenute al lavoratore a titolo di Irpef, addizionali regionale e comunale.

Marcato come spam
Pubblicato da Francesco d'Alfonso
Risposta del 19 Aprile 2023

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.