Posso fare i turni notturni in un’altra farmacia?

Posso fare i turni notturni in un’altra farmacia?

0
0

Sono farmacista dipendente a tempo indeterminato nella farmacia A, per 40 ore settimanali. Oltre le 40 ore svolte nella farmacia A, posso fare il turno notturno con Partita Iva in una farmacia B (con un diverso titolare)?

Marcato come spam
Domanda del 19 Dicembre 2023
280 viste

Nota bene: La risposta a questo quesito è stata pubblicata più di 2 mesi fa. Le informazioni contenute potrebbero essere obsolete

0
Domanda Privata

La risposta al quesito è positiva.

In particolare si conferma che i farmacisti lavoratori dipendenti possono liberamente svolgere attività di lavoro autonomo con apertura della partita Iva a favore di altre farmacie.

È bene, tuttavia, fare attenzione all’eventuale incompatibilità in relazione alla potenziale concorrenza tra le diverse farmacie presso le quali si svolge l’attività professionale soprattutto se ubicate nello stesso comune.

In ogni caso, il farmacista, nello svolgimento di questo secondo lavoro, anche se fosse accertata la mancanza di concorrenza, non può rendere pubbliche notizie riguardanti le iniziative o qualunque altra attività specifica della farmacia presso la quale è dipendente.

In sostanza il farmacista dovrà astenersi da ogni condotta che possa anche indirettamente o potenzialmente pregiudicare gli interessi aziendali del datore di lavoro, rischiando di dover rispondere sia sul piano disciplinare che su quello di un eventuale risarcimento del danno arrecato (se accertato).

Marcato come spam
Pubblicato da Francesco d'Alfonso
Risposta del 19 Dicembre 2023

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.