Licenziamento farmacista: cosa fare se non firma per ricevuta?

Licenziamento farmacista: cosa fare se non firma per ricevuta?

1
0

In una vostra risposta a un quesito è stato specificato che «la lettera (di licenziamento, ndr) può essere anche consegnata a mano a patto di far sottoscrivere al destinatario l’avvenuta consegna». Cosa accade e cosa fare se il farmacista destinatario a cui è stato notificato a mano il licenziamento non firma la lettera per ricevuta?

Marcato come spam
Domanda del 6 Maggio 2024
177 viste
0
Domanda Privata

In una situazione quale quella prospettata nel quesito ci si trova nella necessità di notificare la decisione di licenziamento che, come detto, può essere effettuata anche a mano con firma del dipendente per ricevuta, tale procedura però è prevista in via residuale.

La procedura è bene svolgerla mediante invio di raccomandata con ricevuta di ritorno indirizzata alla residenza del dipendente. Nel caso in cui, nonostante l’invio della raccomandata, il dipendente non fosse in casa al momento della consegna e non andasse nemmeno a ritirarla presso gli uffici preposti, tenuto conto che il licenziamento non è un atto giudiziario, opera la cosiddetta presunzione di conoscenza data dal solo arrivo della comunicazione nell’ambito della sfera di conoscenza del dipendente (avviso lasciato nella cassetta della posta).

La comunicazione di licenziamento, infine, può essere trasmessa anche dall’indirizzo Pec della farmacia all’indirizzo Pec del dipendente.

Marcato come spam
Pubblicato da Francesco d'Alfonso
Risposta del 6 Maggio 2024

Se non trovi risposte alla tua domanda nell'archivio domande
puoi inviare una domanda agli esperti.

Non perderti le nuove risposte pubblicate

Riceverai periodicamente le ultime risposte sugli argomenti trattati.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.